THAI FOOT

Il Thai Foot massage stimola l’eliminazione delle tossine dal piede e dall’organismo.
I piedi sono le nostre radici, il nostro punto di contatto con le energie della terra. Dalla tradizione Thailandese un ottimo metodo per ritrovare il proprio equilibrio psico-fisico a partire dai piedi.
Il Thai foot massage è molto popolare nella tradizione Thai e riveste un ruolo di primordine nelle pause giornaliere della gente di ogni età. Adatto a chi sta molto in piedi, è efficace dopo una lunga camminata, rilassa la mente e risolve le fastidiose tensioni ai piedi ed alle gambe.
Si basa sulla riflessologia plantare, pertanto vengono effettuate manipolazioni dolci e sicure su zone specifiche, con l’utilizzo del bastoncino di legno che permette di riequilibrare l’energia degli organi collegati ai punti trattati. L’azione sui punti riflessi, attraverso il bastoncino di legno, porta beneficio agli organi interni e ripetuto periodicamente ha come obiettivo il mantenere uno stato di benessere generale.Il Thai Foot massage viene praticato quasi sempre al cliente seduto su una poltrona dallo schienale reclinabile o in posizione supina comodamente sdraiato su un lettino (ovviamente questo consente un rilassamento più profondo di tutto il corpo).
Benefici
Gli effetti del Thai Foot massage sull’organismo stimola l’eliminazione delle tossine dal piede e dall’organismo in generale; consente all’energia della persona di fluire armoniosamente; migliora la circolazione linfatica e del sangue; normalizza le funzioni degli organi e delle ghiandole regolandone l’attività; favorisce il rilassamento profondo e la tranquillità della mente; rende più agili i movimenti e assesta la postura del corpo. Il trattamento dura circa un’ora l’ideale è una frequenza settimanale da uno a due mesi oppure al bisogno.
Massaggio Thailandese del Piede – Thai Foot Massage Dopo aver fatto accomodare il cliente con entrambi i piedi appoggiati, si copre il piede che non verrà momentaneamente trattato e si procede.
Tecniche di massaggio
Le manualità e le diverse tecniche con il bastoncino si ripetono sui punti di riflesso del piede e della gamba fino al ginocchio di un arto e poi allo stesso modo dell’altro:
Digitopressione: è una tecnica che si avvale della stimolazione dei punti energetici del sistema dei meridiani di agopuntura. E’ un massaggio energetico che dona un sollievo rapido attraverso i polpastrelli dei pollici, che possono effettuare pressioni singolarmente o sovrapposti.
Pressioni con la nocca: vengono effettuate con la nocca dell’indice. In alcuni casi, la pressione va effettuata contemporaneamente con tutte le dita (pollice escluso).
Frizione piana: viene eseguita con la falange di tutte le dita (pollice escluso). In alcuni casi, la pressione va effettuata avanti, indietro e viceversa, in altri in una sola direzione. Tutte le frizioni non devono avere pressione né troppo forte, né troppo leggera.
Picchiettamento a ventosa: per eseguire questa tecnica è necessario chiudere tutte le dita a pugno appoggiando i polpastrelli sul rilievo del palmo alla base del pollice, cercando di lasciare all’interno del pugno uno spazio d’aria. In questo modo, quando il pugno batte sulla zona interessata si genera un effetto ventosa.
Uso del bastoncino da massaggio: studiato appositamente per il massaggio Thailandese del piede, il bastoncino si utilizza per stimolare i punti di riflesso situati sul piede. La durata del trattamento non deve essere superare l’ora.
Da sapere…
Le manualità possono essere esercitate in maniera più o meno intensa, a seconda della preferenza di chi riceve il trattamento.
Ogni manualità, comunque, dovrebbe portare il Cliente il più possibile alla soglia di “dolore buono”, o meglio a quel punto in cui vi è un sottile confine tra sensazione di dolore e sensazione di piacere.

web page creator